Il Contadino racconta: curiosità sulle fragole

Le fragole mettono d’accordo tutti, grandi e bambini. Che arrivino a fine pasto per un dessert fresco e leggero, o in una marmellata casereccia spalmata sul pane a merenda, o in un cocktail primaverile… difficile trovare qualcuno che non le ami!

Le fragole mettono d’accordo tutti, grandi e bambini. Che arrivino a fine pasto per un dessert fresco e leggero, o in una marmellata casereccia spalmata sul pane a merenda, o in un cocktail primaverile… difficile trovare qualcuno che non le ami!  Anche la medicina le ritiene un ottimo cibo: sono antiossidanti, ricche di vitamina C (ne contengono più che le arance!) e minerali, poco caloriche.

Una leggenda racconta che le fragole siano nate dalle lacrime della dea Venere, distrutta per la morte dell’amato Adone. In effetti hanno la forma di piccoli cuori, e molte culture le ritengono un cibo afrodisiaco, oltre che terapeutico.

In realtà non sono né una bacca né un frutto: quello che si mangia è l’infiorescenza, mentre i veri frutti sono i puntini distribuiti su tutta la polpa rossa. Le fragole appartengono alla famiglia delle rosacee, quindi sono “cugine” delle rose… e infatti il profumo dei loro fiori in primavera è dolcissimo.

Le fragole sono un perfetto ingrediente per tantissime ricette, dolci e salate; nel prossimo articolo ne consiglieremo alcune, intanto fai una bella scorta e goditi la loro freschezza!