ricetta-bruschetta-pomodori-e-burrata

Le migliori ricette con i Pomodori San Marzano

Il Pomodoro San Marzano è uno dei prodotti tipicamente italiani che rientra nella nostra cultura e tradizione culinaria da secoli: è per questo che non possono assolutamente mancare delle ricette facili e veloci con i nostri rossissimi e succosissimi Pomodori San Marzano.

Il Pomodoro San Marzano è comunemente conosciuto come dell’Agro Sarnese-Nocerino DOP, perché originario di quella zona e presenta una forma allungata, un colore rosso tipico della varietà, una cuticola facilmente staccabile ed una ridotta quantità di semi. Il sapore è tipicamente agrodolce. La zona di produzione originaria del Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino DOP si estende a molti comuni delle province di Napoli, Salerno ed Avellino. É però importante sapere che ormai questo pomodoro viene coltivato in quasi tutto il Sud Italia: infatti lo possiamo trovare in diverse regioni, come ad esempio in Sicilia e Puglia.

Ricetta delle bruschette al pomodoro San Marzano e Burrata

Ingredienti:

Procedimento:

Per prima cosa preparate la salsa di pomodoro San Marzano, lavate i pomodori, togliete la parte altra e incidete una croce nella parte finale.

Buttateli in acqua bollente per qualche minuto e nel frattempo lavate  la rucola, mettetela nel boccale del mini pimer insieme all’olio e a un paio di cucchiai di acqua di cottura dei pomodori. Frullate, salate, pepate e il pesto è pronto!

Togliete i pomodori dal fuoco e metteteli sotto l’acqua fredda. Tagliateli a cubetti e metteteli in padella con olio, sale e pepe e lasciateli cuocere qualche minuto.

Ora fate tostare leggermente il pane e poi componete le vostre bruschette aggiungendo sulle fette l’olio, la salsa, la burrata e il pesto di rucola. Spolverate con il pepe e servite.

 

Ricetta della passata di pomodori San Marzano

passata-di-pomodoro-ricetta-originale

La passata di pomodoro è una delle conserve fatte in casa della tradizione insieme a quella dei pomodori pelati. É una ricetta fatta specialmente nelle regioni del Sud, dove il suo largo uso quotidiano ne ha fatto la regina delle conserve, resa ancora più speciale dal suo inconfondibile sapore mediterraneo. Una ricetta che quindi non può mancare nel nostro ricettario 100% italiano!

Ingredienti per 750g di salsa:

Procedimento

      1. Lavare molto bene i pomodori ed eliminare i piccioli;
      2. Tagliare a metà ogni pomodoro, nel senso della lunghezza;
      3. Mettere i pomodori in una pentola capiente lasciarli appassire a fuoco basso, per circa 30 minuti girandoli di tanto in tanto;
      4. Quando i pomodori saranno ben appassiti, aggiungere il sale e mescolare;
      5. Passare pochi pomodori per volta con un passaverdure;
      6. Raccogliere la passata in una ciotola e la passata è pronta: si può scegliere se conservarla o utilizzarla subito!

Pomodori San Marzano secchi sott’olio: la ricetta originale

pomodori-secchi-sottolio

Ingredienti per 300g

Procedimento

      1. Lavare i pomodori tagliarli a metà nel senso della lunghezza.
      2. Sistemarli ordinatamente su una leccarda ricoperta da carta da forno e cospargerli con un po’ di sale, lo zucchero e un filo d’olio
      3. Lasciare nel forno statico a 120 gradi per 8-10 ore 3.
      4. Controllare di tanto in tanto e togliere dal forno quelli che si seccheranno prima degli altri
      5. Una volta secchi togliere dal forno la teglia e lasciarli raffreddare su una gratella
      6. Mentre i pomodori si raffreddano, procedere alla sanificazione dei barattoli e dei tappi, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute.

        pomodori-secchi-sottolio

      7. Lasciare asciugare i barattoli su un canovaccio pulito.
      8. Invasate i pomodori secchi sistemandoli a strati, aggiungendo un po’ d’olio extravergine di oliva e pressandoli un po’.
      9. Proseguire con gli strati e infine ricoprire completamente d’olio, avendo cura di lasciare 2 centimetri di spazio dal bordo del barattolo. In caso si siano formate bolle d’aria all’interno, muovete leggermente il vaso per farle uscire: l’olio deve distribuirsi in modo uniforme nel vaso. Sistemate il pressello in modo da tenere fermi i pomodori. Se utilizzate barattoli con tappo a vite, avvitate bene ma senza stringere troppo.
      10. A questo punto passare alla bollitura dei vasetti, ovvero la pastorizzazione, seguendo le indicazioni riportate nelle linee guida del Ministero della Salute . Se utilizzate barattoli con tappi a vite, una volta che i barattoli si saranno raffreddati verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico “click-clack”, il sottovuoto sarà avvenuto. Se dopo la ribollitura doveste notare la formazione di piccole bollicine d’aria, quando il barattolo è ancora caldo battetelo delicatamente su un piano, in modo da far risalire in superficie le bollicine che poi scompariranno naturalmente. Se utilizzate i barattoli con chiusure a guarnizione in gomma, al momento di consumare i pomodori sott’olio potete fare la prova del sottovuoto tirando l’apposita linguetta: se tirandola produce un rumore secco vuol dire che il contenuto si è conservato con il sottovuoto corretto. Al contrario, se tirando la linguetta la guarnizione risulta “molle”, significa che non si è creato il sottovuoto correttamente ed è meglio non mangiarne il contenuto.

Leggi anche:

Sangria Bianca: la ricetta del Contadino-Online

ANGURIA: VALORI NUTRIZIONALI, PROPRIETÀ, DIETA E RICETTE

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x