Categorie
Ricette

Sangria Bianca: la ricetta del Contadino-Online

Prepariamo insieme una rinfrescante Sangria Bianca a base di vino bianco e frutta fresca: un ottimo modo per accompagnare gli aperitivi estivi e le cene all’aria aperta. Noi del Contadino infatti lo consigliamo nel periodo delle vacanze e delle feste come Ferragosto. Questo cocktail è diffusissimo in Catalogna ma amato in ogni parte del mondo: è un tripudio di profumi e dolcezza che conquista tutti al primo sorso, ideale per vivacizzare una serata tra amici.

La nostra versione della sangria bianca utilizza tutti prodotti 100% italiani e abbiamo voluto sbizzarrirci con tutte le varietà di pesche e nettarine disponibili in questa stagione. Infatti nella video ricetta troverete tutte le varietà: pesche gialle, pesche bianche, nettarine gialle, nettarine bianche e le pesche piatte (Paraguay). Tutte le pesche che abbiamo utilizzato provengono dall’Emilia-Romagna, patria di questa famiglia. Vediamo quindi alcune curiosità sulle nostre pesche e come fare una sangria bianca, fresca, dissetante ma soprattutto che unisca gli animi durante aperitivi e feste tipicamente estive.

Quali pesche usare per la sangria bianca?

I nostri produttori e agricoltori emiliani-romagnoli sono stati selezionati da noi in base non solo alla qualità e freschezza del prodotto, ma soprattutto in base anche a come lavorano i prodotti e alle tradizioni che mantengono da anni. Infatti tutti questi prodotti sono 100% a lotta integrata e soprattutto di stagione!
L’Emilia-Romagna è una delle regioni più importanti nell’agricoltura in Italia: infatti qui ci sono grosse produzioni di pere (Abate, Kaiser, Williams ecc…), kiwi, fragole, susine.

Il nostro fidato agricoltore è l’azienda agricola Domenico Laghi: una realtà che va avanti da generazioni, fondata da Domenico Laghi e si trova a Forlì.
Questa realtà è presente dal 1982: Domenico Laghi fonda l’azienda ed inizia facendo commercializzazione di frutta e verdura locale e nel ’92 apre la partita IVA (prima non esisteva). Fino a d oggi si sono susseguite le generazioni: prima Monica Laghi, la figlia di Domenico, e da 10 anni ha preso in mano l’azienda Jenny, la figlia di Monica, una delle poche donne nella scena romagnola in questo settore. La Domenico Laghi fa import ed export ed è specializzata nei tipici prodotti di questa zona come: pesche, nettarine, fragole, albicocche e cachi.

Importante quindi dire che per questa fantastica e allegra ricetta della sangria bianca, potrete utilizzare qualsiasi varietà ti pesca o nettarina. L’importante è che vi assicuriate che siano di prima qualità e belle dolci, così da poter dare il giusto gusto al vostro cocktail!

INGREDIENTI della Sangria Bianca del Contadino-Online

 

PROCEDIMENTO della Sangria con vino bianco

 

Leggi anche:

Categorie
Curiostià Dal Negozio

Tutta la frutta dell’estate!

Eccoci arrivati! La bella stagione – quella che amiamo di più – è ormai al suo apice.
L’estate delle vacanze al mare e delle passeggiate al fresco in montagna, l’estate lontani dalla frenesia roboante dell’inverno, ma soprattutto da quella caotica della routine lavorativa, l’estate del sole e delle ferie… l’estate delle tavolate sotto la pergola insieme agli amici di sempre, dei picnic nelle pinete che affiancano i nostri litorali più belli, degli spuntini veloci sotto l’ombrellone o del pranzo al sacco durante le escursioni.

Ma cosa mangiamo? È troppo caldo per le preparazioni lunghe ed elaborate, c’è (troppo) poco tempo per cucinare, meglio passarlo a divertirsi insieme a amici e familiari… la soluzione?
Frutta, frutta e ancora frutta! Anche perché non c’è periodo dell’anno migliore per gustarla nel pieno del suo gusto! Un’esplosione colorata di sapore e freschezza, fibre, sali minerali e vitamine: il mix perfetto per affrontare la calura estiva.

La frutta dell’estate: benessere e salute

Dolce, succosa, polposa: sono questi i tre aggettivi che meglio esprimono l’essenza stessa della frutta estiva: dalle pesche alle albicocche, dalle susine al melone fino ad arrivare all’anguria, il simbolo per eccellenza della bella stagione.

Ma analizziamola nel dettaglio, la fruttiera colorata dei mesi più caldi dell’anno, perché ognuno dei suoi frutti è un concentrato di sapore e nutrienti ideali per mantenersi in forma nonostante le temperature elevate di questo periodo.

Pesche

Pesche Noci Nettarine, Pesche Gialle, Pesche Piatte Tabacchiere: tante varietà, tante variazioni di sapore per un frutto ricco d’acqua con un bassissimo apporto calorico, l’alimento perfetto anche per chi è a dieta. Sono diuretiche, depurative e ricche di fibre, abbassano il colesterolo, agevolano la digestione e facilitano il transito intestinale. Grazie ai sali minerali che contengono, aiutano a tirarsi su se si è particolarmente stanchi o affaticati per la pressione troppo bassa. Sono ricche di vitamine A e C (fondamentali per la rigenerazione della pelle), di antiossidanti antagonisti delle malattie cardiovascolari e di selenio che ripara le cellule dai danni del tempo.

Susine

Un tripudio di colore per un frutto carico di fibre sottili: Rosse, Gialle o Scure, le susine sono ricche di vitamina A che favorisce la diuresi, disintossica l’organismo e stimola il sistema nervoso. Avendo anche tanti zuccheri, sono ottime per recuperare le forze dopo un’intensa giornata di attività fisica. Senza dimenticare che hanno anche un’azione lassativa.

Albicocche

Le albicocche contengono molte vitamine – soprattutto la vitamina A che combatte i radicali liberi – sali minerali e fibre e rappresentano lo spuntino spezza fame perfetto nelle calde giornate di luglio e agosto, hanno infatti poche calorie e sono indicate anche per chi segue diete ipocaloriche.

Meloni

Liscio di Mantova, Gialletto, Retato della Sicilia o Retato della Romagna: esistono molte varietà di meloni e tutte estremamente golose! Questo frutto contiene un’elevatissima percentuale d’acqua (circa il 95% del suo peso) ed è ricco di vitamina A, B e C insieme a calcio, ferro e fosforo. Tra le proprietà benefiche per l’organismo, combatte il bruciore allo stomaco, depura i reni ed è un alimento per chi è a dieta perché una porzione media ha solo 60 calorie.

Anguria

C’è la Dumara, la classica da mangiare a fette e c’è quella Baby che si apre e si finisce: l’anguria o cocomero è un frutto originario delle fasce tropicali africane ma ormai è diventata, nell’immaginario collettivo, l’icona stessa dell’estate. È il frutto più efficace – insieme all’ananas – per combattere la ritenzione idrica. Con buona pace della tanto odiata cellulite.