Categorie
Dal Negozio

Pasqua 2021: ingredienti e ricette per un menù completo

La Pasqua è una delle feste che maggiormente contraddistingue le tradizioni culinarie in Italia. Dalla tipica colazione di Pasqua, al pranzo, alla classica grigliata di Pasquetta ricca di torte miste,  durante la classica scampagnata del Lunedì dell’Angelo. Quest’anno però siamo destinati a stare chiusi in casa purtroppo, ma non per questo, non c’è motivo di festeggiare. Ecco che vi proponiamo quindi delle idee per un menù completo da utilizzare sia Domenica di Pasqua sia per Lunedì di Pasquetta: gli ingredienti e le ricette le potrete trovare tutti qui sul nostro sito, senza aver bisogno di fare altre spese!

Antipasti di Pasqua 2021

Il nostro catalogo offre una vasta gamma di prodotti da utilizzare come antipasti e stuzzichini che sono sempre molto graditi prima di iniziare con la prima portata, sopratutto in una giornata di festa come quella di Pasqua.

Tagliere di Salumi e Formaggi misti Lombardi

Nella nostra categoria “Salumi e Formaggi misti Lombardi” potrai trovare una vasta gamma di articoli freschi, prodotti giornalmente e confezionati al momento dell’ordine. Potrai saziare tutti servendo un bel tagliere misto a tavola a base di salumi di prima qualità e formaggi freschi e stagionati. I formaggi stagionati potresti servirli anche dopo le portate principali, insieme a confetture o mieli come il nostro famosissimo Miele di Acacia o ancora meglio Miele al Tartufo .

Verdure sottolio

La categoria “Conserve e Sottoli” ti offriamo una vastissima gamma di verdure di prima qualità da stuzzicare con crostini e pane come peperoni e melanzane a filetti, funghi champignon non solo! Troverai le nostre olive in vaschetta da 1kg che potrai utilizzare non sono in occasione di Pasqua, ma per condire sempre i tuoi primi e secondi piatti: dalle insalate, alla pasta ed infine con il pesce.

Pinzimonio e antipasti freschi

La nostra forza è naturalmente il fresco: carote, sedano, finocchi e un po’ d’olio extravergine et voilà, ecco il pinzimonio: un antipasto fresco, croccante e gustoso, che mette d’accordo proprio tutti!

Ma ci sono anche altri antipasti che ti consigliamo di provare con i nostri ingredienti:

E molto altro!

Ingredienti e ricette per primi piatti di Pasqua

Non c’è niente da fare: la pasta è uno degli amori più importanti che tutti noi italiani condividiamo e nel giorno di Pasqua, la pasta non può mancare. Ecco qui alcune delle nostre proposte per il menù di Pasqua o Pasquetta

Paccheri alla Sorrentina con Mozzarella di Bufala

paccheri-sorrentina-bufala-mozzarellaEd ecco un primo piatto molto facile ma super gustoso, e se fatto con ingredienti giusti, è uno dei piatti migliori della cucina italiana! Mozzarella di bufala filante, sughetto di pomodoro datterino e datterini freschi cotti lasciati a pezzi: una ricetta ottima per un pranzo domenicale! Ti serviranno:

In una casseruola o padella facciamo rosolare la cipolla e l’aglio tritati con dell’olio EVO. Lasciamo soffriggere qualche minuto a fiamma moderata e quando saranno imbionditi aggiungiamo i pomodorini, la passata, il sale, una grattata di pepe e le foglie di basilico. Proseguiamo la cottura a fuoco coperto per circa 15 minuti. Portiamo ad ebollizione abbondante acqua salata per lessare i paccheri. Nel frattempo tagliamo la mozzarella a cubetti e poniamola in un colino per farla scolare dal liquido in eccesso. Scolate i paccheri e metteteli nella pirofila del sugo, mescolate bene e alla fine aggiungete sopra i cubetti di Mozzarella: buon appetito!

Spaghetti di Gragnano ai carciofi romani, acciughe sottolio e pecorino stagionato sardo

spaghetti-carciofi-alici-pecorinoData la stagione, questo piatto può anche dirsi zero waste ed economico, oltre che saporito e sfiziosissimo e pure ispirato all’alta cucina. I carciofi se non si mangiano in questo periodo, quando vorreste mangiarli? Ad agosto? Questo piatto in occasione di Pasqua è una prelibatezza davvero da provare!

Ti serviranno:

Monda i carciofi. Taglia il gambo a 2 cm circa dalla base del carciofo, elimina le punte e le foglie esterne più dure. Taglia i carciofi in quarti ed elimina anche la “barbetta” interna. Affetta ogni quarto in 2-3 fettine. Mettili in acqua acidulata con il succo di mezzo limone, per evitare che anneriscano. Recupera i gambi ed taglia la parte finale, più dura, e sbucciali con un pelapatate. Falli bollire in acqua leggermente salata per 15 minuti. Scolali e frullali con i filetti di acciughe e un filo d’olio, per ottenere una crema. In un tegame fai imbiondire uno spicchio d’aglio schiacciato con due cucchiai di olio, rimuovi l’aglio e aggiungi gli spicchi di carciofi sgocciolati. Falli rosolare per 5 minuti a fiamma vivace e bagna con poca acqua e continua a cuocere a fuoco dolcissimo. Regola di sale e di pepe. Cuoci gli spaghetti in acqua bollente leggermente salata e scolali un minuto prima rispetto a quanto indicato in confezione. Trasferiscili nel tegame con gli spicchi di carciofo, unisci la crema di acciughe e aggiungi poca acqua di cottura per mantecare e terminare la cottura della pasta. Alla fine aggiungi una spolverata di pecorino e voilà: Buon appetito!

Ricette di secondi piatti per Pasqua

Pasqua è famosa per il suo agnello e quindi il secondo piatto non può assolutamente mancare. Ma non tutti amano questa tradizione, ecco perché per questa Pasqua 2021 vi proponiamo delle ricette tradizionali come l’agnello e altre gustose varianti.

Agnello al forno con patate

agnello-fornocome accennato prima l’agnello è un classico di Pasqua e non potevamo non offirvelo! Vi servirà

Innanzitutto lascia il cosciotto di agnello in ammollo per 8 ore in una miscela di acqua e limone. Cambia l’acqua 2-3 volte. Dovrai poi procedere alla marinatura. Mettete il cosciotto a marinare in una ciotola per dodici ore con vino e olio a cui aggiungete il pepe e il rosmarino. Intanto preparate le patatine: lasciale a mollo nell’acqua per 10 min circa, dopodiché lavale bene togliendo la terra. Queste patate qui, vanno mangiate con la buccia, quindi non pelarle. Nella stessa ciotola della marinata, mettete patate cipolla e agnello e lasciate riposare per almeno un’ora. Trascorso il tempo, salate e disponete le patate con la cipolla sul fondo di una pirofila unta con olio. Aggiungete i pezzi di agnello ed infornate in forno preriscaldato a 200°C e statico. Abbassate la temperatura a 180°C dopo i primi 10 minuti e rialzatela solo per gli ultimi 15 minuti. Spegnete e servite l’agnello al forno con le patate ancora caldo.

Tranci di Salmone con barba di frate (agretti) e arancia rossa

salmone-agretti-aranciaFinalmente è tornata la stagione degli agretti. Chiamata anche barba di frate questa verdura ci permette, grazie alla sua versatilità,  di preparare ottimi piatti: uno di questi sono i tranci di salmone in padella con barba di frate e arancia rossa. Un’ottima e gustosa pietanza per il pranzo di Pasqua. Vi servirà:

Togli le radici e lava molto bene la base, meglio se lasciata in acqua fredda con un cucchiaio di bicarbonato. Mettile a bollire nell’acqua per circa 7 minuti. Intanto cuoci i tranci di salmone in un tegame antiaderente con sale, pepe e aneto. Mentre salmone e agretti vengono cotti, sbuccia l’arancia e falla a fettine. Appena pronti, impiatta gli agretti e adagia sopra il salmone con le fette di arancia rossa.

Torta Pasqualina

torta-pasqualinaA Pasqua non può mancare la torta Pasqualina, composta da deliziosi veli di sfoglia farciti con un gustoso ripieno, tipica della tradizione culinaria ligure. Solitamente è farcita con spinaci o erbette, ricotta e le immancabili uova che si scoprono al taglio della prima fetta. In questa ricetta le sfoglie dovete averle già in casa, altrimenti potete farle utilizzando la nostra Farina di farro.

Ti serve:

Sbollenta gli spinaci in una pentola con il coperchio per 10 minuti in acqua leggermente salata. Poi scola, lasciala intiepidire e strizzala molto bene. Prepara il ripieno della torta Pasqualina amalgamando bene ricotta, uovo e parmigiano. Lavoralo bene aggiungendo poco sale e pepe. Quando il composto sarà ben amalgamato, unisci gli spinaci lessati.

Prendi uno stampo circolare non troppo basso, e foderalo con la carta forno e il primo rotolo di pasta sfoglia. Fodera lo stampo, riempilo con il ripieno di ricotta e spinaci, preparato precedentemente. Aiutandoti con un cucchiaio, fa i 4 piccoli incavi nel ripieno equidistanti l’uno dall’altro. Sguscia in ciascun incavo un uovo intero, in modo che durante la cottura diventi sodo. Chiudi la torta con il secondo disco di pasta sfoglia e ripiega il bordo del disco della base all’interno sigillandolo delicatamente. Inforna la torta pasqualina a 180 °C per circa 60 minuti. Se si dovesse scurire troppo in superficie, coprila con un foglio di carta d’alluminio.

Dessert e frutta per Pasqua

come dolce non può mancare la Colomba e tanta frutta fresca. Ecco che per il pranzo di Pasqua vi proponiamo:

Colomba classica di pasticceria

colomba-pasquaè un ottimo prodotto dolciario lievitato da forno: la lavorazione artigianale, la lievitazione naturale in ben 36 ore, una scelta accurata delle materie prime, ed un’attenta cottura, rendono la nostra Colomba morbida, soffice ed altamente digeribile. Può essere accompagnata dal nostro Passito di Negroamaro.

Fragole

fragole-italiane-frescheLe nostre fragole sono le migliori in assoluto: raccolte pochissime ore prima dalla consegna a casa vostra, hanno un’ottima durata e sono 100% italiane: Sicilia, Basilicata, Campania, Emilia o Veneto. La freschezza di quest’ultimo frutto è ottimo dopo un bel pranzo come quello di Pasqua: aiuta a digerire e rinfresca molto.

Mix frutta 6kg

mix-fruttaSe vuoi avere una vasta scelta di frutta sulla tavola allora ti consigliamo il nostro mix frutta da 6kg: una cassetta mista che è sempre disponibile e aggiorniamo settimanalmente in base ai migliori prodotti del momento e rispettando così la stagione.

Vini e Spumanti

A Pasqua il vino sulla tavola non deve mancare! Per accompagnare tutto il menù spumanti e vini sono molto importanti e poi sa che mettono d’accordo tutti. Il nostro catalogo infatti ti offre la possibilità di acquistare sia a bottiglia sia a cartone da 6 bottiglie vini da tutta Italia. Iniziamo dagli spumanti:

Vino Pinot Grigio Extra dry DOC Biologico

Pinot grigio Spumante del perlage fine e persistente dal colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli, dal profumo fruttato, di buona intensità, con note di frutta a polpa bianca, mela e pesca, e con note floreali di glicine e fiori d’acacia. Ecco perché è un ottimo spumante come aperitivo e per i brindisi ed infine accompagna bene pasticceria secca.

Spumante Merlot Rosato Luisa

spumante-rosato-luisaIl fresco ed estivo vino rosato affascina per il suo colore rubino ed i suoi profumi floreali che inusualmente ricordano le ciliegie. Questo rosato può offrire un’invidiabile versatilità anche a tavola e consente abbinamenti enogastronomici estremamente bilanciati e interessanti: ecco perché può essere un vino utilizzato per tutto il pranzo e non solo per l’antipasto o il dessert!

Vini in offerta per Pasqua

Per questa settimana ecco che offriamo una vasta gamma di vini che possono accompagnare il vostro pranzo domenicale o una semplice grigliata di Pasquetta:

Vini del Salento

vini-salentoin offerta troverai tutto il nostro assortimento salentino: Negroamaro vinificato in bianco, rosato di Primtivo, rosso Negroamaro e Primitivo rosso. Infine per il dolce, come già accennato prima, consigliamo il nostro passito di Negroamaro. Sono tutti vini selezionati da noi: abbiamo scelto, insieme all’enologo, le uve e le partite migliori.

Rosso Chianti

Il chianti è un classico inconfondibile: ecco che ti portiamo a casa uno dei migliori Chianti della Toscana. Con il suo rosso rubino conquista tutti gli animi e non può che far felice tutti durante un pranzo di festeggiamenti come quello della Pasqua o Pasquetta.

Lambrusco di Sorbara (Modena)

Il Lambrusco di Sorbara rosso è un vino DOC la cui zona di produzione è interamente in provincia di Modena. Caratterizzato da un colore rosso rubino molto chiaro con riflessi violacei. Questo vino è perfetto per chi ama il vino rosso, leggero e frizzantino.

Bonarda Frizzante dell’Oltrepo

E per ultimo, ma non meno importante, il nostro Bonarda dell’Oltrepo pavese: un vino equilibrato equilibrato e gradevole, per la tavola di tutti i giorni. Anche quest’ultimo lo consigliamo per chi ama i sapori delicati e leggeri.

 

Concludiamo quindi la nostra guida al menù di Pasqua e ci auguriamo che questa guida sia servita un po’ a tutti!

Mandateci le foto delle vostre tavolate nella community del Contadino-Online su Facebook e diteci cosa avete cucinato e mangiato: potrebbero essere degli ottimi spunti per noi da pubblicare in futuro!

Buona Pasqua da tutto lo staff

Leggi anche

Categorie
Ricette

San Valentino 2021: 6 ricette facili e veloci per un menù completo

San Valentino 2021: 6 ricette facili e veloci per un menù completo

La giornata di San Valentino si sta avvicinando e, se per qualcuno non significa nulla (vedi single invidiosi), per le coppie di innamorati è uno dei momenti più belli dell’anno. Per loro questa festività è motivo di festeggiamenti e, oltre a scambiarsi piccoli regali, si può sfruttare per farsi una bella mangiata. Quest’anno, tra l’altro, San Valentino cade nello stesso giorno di Carnevale, altro periodo di festeggiamenti, pranzi e cene, per il quale vi abbiamo consigliato alcune ricette facili ma che garantiscono ottimi risultati. Tenendo in considerazione il momento storico, quest’anno sembra opportuno organizzare il pranzo o la cena con il/la vostro/a partner a casa, e non andare a mangiare a ristorante. Di seguito perciò vi suggeriamo 6 ricette facili e veloci adatte a San Valentino dolci e salate per un menù completo che vi permetterà di conquistare o quantomeno di impressionare il/la vostro/a partner in occasione di San Valentino 2021.

Antipasti veloci di San Valentino

Quale miglior modo per iniziare il pasto con il vostro amato/a che con un delizioso e sfizioso aperitivo? A seconda della differente volontà di consumare una cena a base di carne o a base di pesce, cambierà radicalmente la natura del vostro aperitivo. Se intendete seguire la strada della carne, l’ideale potrebbero essere delle bruschette al forno con formaggi e salumi di vario genere. Qualora vogliate dimostrarvi un po’ più raffinati, invece, potreste preparare una tartare di carne.

Se avete preferito l’opzione pesce innanzitutto dovete mettere in conto di avere un budget più elevato (si sa, il pesce costa di più) e potreste proporre un antipasto a base di ostriche o di cruditè di tonno/salmone/gambero… In ogni caso, qualunque sia la vostra scelta, potete trovare nel nostro sito un’ampia selezione di tutti gli alimenti sopracitati.

Tortino di verdure con crema di parmigiano

tortino-zucchine-crema-parmigianoUna proposta vegetariana per il tuo antipasto di San Valentino 2021 può essere quella di un tortino di verdure con crema di parmigiano. Si tratta di una ricetta molto semplice che può soddisfare un po’ tutti i palati.

Ingredienti:

  1. Per il tortino:
  1. Per la crema di formaggio:
  • 250 ml di latte
  • 50 grammi di parmigiano reggiano
  • 1 cucchiaio di farina 00
  • 1 noce di burro
  • Sale

Preparazione:

Iniziate lavando e grattugiando le zucchine, in seguito mettetele a cuocere con due cucchiai di olio aromatizzato all’aglio. Quando le zucchine saranno cotte trasferitele in una ciotola insieme alla ricotta, al parmigiano grattugiato, alla farina, ad un pizzico di sale e mescolate il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo. In seguito imburrate 4 stampini da muffin e versate al loro interno l’impasto per gli sformatini di zucchine. Mettete gli stampini in forno ventilato e fateli cuocere a 180 gradi per 50 minuti. Nel mentre potete preparare la salsa al formaggio: mettete in un pentolino la farina e il burro e fateli tostare fino a che diventeranno dorati. Aggiungete il sale e il latte a temperatura ambiente versandolo a filo e continuando a mescolarlo. Fate cuocere per 5 minuti fino a che non si addenserà quindi spegnete il fuoco e aggiungete il parmigiano grattugiato mescolando velocemente in modo che non si formino grumi.

Primi piatti

Dopo l’antipasto è tempo di primi piatti e una delle ricette più simpatiche a tema San Valentino è sicuramente il risotto alle fragole.

Risotto alle fragole di Sicilia

risotto-alle-fragole-ricettaNonostante non sia un primo piatto tipico della nostra tradizione culinaria, è diventato molto popolare sia tra i ristoratori che tra le famiglie. È un piatto colorato, dinamico e soprattutto inaspettato: grazie a questo potrete stupire il/la vostro/a partner visto che è diverso dalle tradizionali combinazioni di ingredienti nel riso.

Ingredienti:

Preparazione:

Cominciate facendo sciogliere metà burro e aggiungendovi la cipolla tritata. Nel frattempo mondate le fragole e tagliatele a cubetti. Quando la cipolla è trasparente aggiungete il riso, mescolate con vino e aceto di lamponi e fate evaporare. Bagnate il riso con il brodo e portate a cottura (circa 14-15 minuti). Mettete da parte alcune fragole intere e schiacciate le altre. Unite le fragole schiacciate al risotto a metà cottura. Quando sarà pronto unite il burro restante insieme al parmigiano e al pecorino grattugiati. Mantecate e fate riposare per un paio di minuti.

Secondi piatti di carne e pesce per San Valentino

Dopo una bella porzione di riso alle fragole, a seconda della vostra scelta iniziale di perseguire un pasto a base di carne o di pesce, potete scegliere il relativo secondo piatto. Noi, per non sapere né leggere né scrivere, vi proponiamo una ricetta per entrambe le tipologie.

Gamberoni al curry

Gamberoni-curry-ricettaQuesta ricetta arriva direttamente dalla tradizione indiana e tutti ne conoscono la particolarità: il mix di crostacei e spezie è particolarmente afrodisiaco… Adattissimo al nostro menù di San Valentino.

Ingredienti:

Preparazione:

Innanzitutto sgusciate i gamberi, sciacquateli e metteteli a scolare in un colapasta.
Tritate finemente lo scalogno e l’aglio e fate soffriggere il tutto in una padella insieme a un po’ d’olio: quando il trito sarà appassito, aggiungete i pomodorini e fateli cuocere per 4-5 minuti circa. A fine cottura, unite anche il curry e mescolate bene.
Aggiungete infine i gamberi, mescolate per amalgamarli al condimento e fateli andare per 2 o 3 minuti. Decorateli con una bella spolverata di prezzemolo fresco tritato e serviteli caldi!

Tomahawk di suino con cime di rapa piccanti

bistecca-cime-di-rapa-ricetteSe avete scelto la strada del menù di carne, questa ricetta fa al caso vostro. Si tratta di una bistecca di maiale condita con cime di rapa piccanti (anche queste afrodisiache).

Ingredienti:

Preparazione:

Pulite le foglie delle rape e lessatele in acqua bollente e salata per circa 20 minuti. Una volta lesse, scolatele e tritatele con la mezzaluna. Subito dopo, in una casseruola, versate l’olio e fatevi scaldare lo spicchio d’aglio in camicia, senza farlo bruciare. A questo punto aggiungete le bistecchine e fatele rosolare da ambedue i lati. Quando le bistecchine saranno ben rosolate, unite le rape precedentemente preparate. Lasciate insaporire il tutto per circa cinque minuti, quindi servite immediatamente con una spolverata di pepe.

Dolci per San Valentino

Siamo arrivati alla fine del nostro gustoso menù di San Valentino e per concluderlo al meglio dobbiamo preparare un dolce altrettanto gustoso. Si può scegliere tra una grande varietà di dessert adatti ad un pasto con il/la proprio/a fidanzato/a, ma oggi vi vogliamo consigliare una ricetta classica e che vada a riprendere il nostro primo piatto.

Tiramisù alle fragole

tiramisù-fragole-siciliaDolce ma non troppo, questo dessert è abbastanza leggero e quindi ideale da servire anche dopo una cena o un pranzo molto ricco (come nel nostro caso). Si tratta di una ricetta molto semplice e che non richiede una grande quantità di tempo.

Ingredienti:

  • 300 grammi di Savoiardi
  • 250 grammi di Mascarpone
  • 3 Uova
  • 150 grammi di Zucchero
  • 500 grammi di fragole
  • 100 ml di Acqua

Preparazione:

Lavate e affettate le fragole, mettetene poco meno di metà in un frullatore con acqua e 50 g di zucchero e frullate fino ad ottenere la consistenza di un succo di frutta. Prendete due ciotole: in una mettete i tuorli delle uova e nell’altra gli albumi. A questo punto montate a neve gli albumi fino a che non avranno raggiunto una consistenza soffice e spumosa. Nell’altra ciotola sbattete i tuorli assieme allo zucchero rimasto; a questo composto aggiungete il mascarpone e sbattetelo finchè non ci saranno più grumi. Fatto questo, inserite gli albumi montati a neve in questo composto. Ora bagnate i savoiardi nel succo che avete precedentemente preparato e disponeteli a strati in un pirofila. Dev’esserci uno strato di savoiardi, uno di composto di albumi e tuorli e così via. Infine, ricoprite l’ultimo strato con le fragole rimaste, fate riposare il dessert per un paio d’ore in frigorifero e poi potrete servirlo in tavola.

Siamo arrivati alla termine di questo sfizioso menù, alla fine del quale avrete sicuramente la pancia piena e sarete soddisfatti del pasto con il/la vostro/a partner. Siamo sicuri che se seguirete le nostre ricette dolci e salate per San Valentino riuscirete a colpirlo/a e a sorprenderlo/a. Perciò tanti auguri di buon San Valentino a tutti gli innamorati e… Buon appetito!

Altre ricette:

Vuoi scoprire altre ricette? Leggi qui:

• Le migliori ricette, dolci e salate, per Carnevale 2021: idee per grandi e bambini

Il Contadino in cucina: le migliori 5 ricette con le Pere Opera

Categorie
Ricette

Le migliori ricette, dolci e salate, per Carnevale 2021: idee per grandi e bambini

Le migliori ricette, dolci e salate, per Carnevale 2021: idee per grandi e bambini

Chiacchiere-carnevaleCome qualsiasi festività che si rispetti, anche il Carnevale possiede la sua tradizione culinaria. Da nord a sud tutti gli italiani lo festeggiano organizzando feste, pranzi e cene. Ogni regione ha le proprie ricette tipiche per il Carnevale e sarebbe impossibile decretare anche solo la migliore per ciascuna di essa. È bello notare come, in un Paese che sembra ancora diviso sotto tanti aspetti, le ricette di Carnevale (da regione a regione) sono molto simili tra di loro, dando un’idea di comunità e unione. La ricetta più conosciuta è sicuramente quella delle Chiacchiere, che assumono un nomignolo diverso in base alla regione in cui si preparano: nel Lazio si chiamano Frappe, in Toscana Frappole, in Emilia-Romagna Sfrappole, in Sardegna Meraviglias, e via dicendo… Questa ricetta è talmente semplice che potrebbe farla anche un bambino, anzi, moltissime mamme la utilizzano per passare un po’ di tempo con i loro figli, mettendogli un grembiule da chef. Oltre a questa famosissima ricetta ne esistono innumerevoli altre:  scopriamo insieme le migliori ricette dolci e salate per questo Carnevale 2021.

Le migliori ricette dolci per Carnevale 2021

Si sa che Carnevale è la festa più pazza e disordinata dell’anno, e per molti/e è una buona scusa per uscire dalla routine giornaliera. Durante questo periodo che precede la Quaresima, festeggiamenti e mangiate sono all’ordine del giorno, tant’è che tantissime persone sgarrano la dieta per concedersi qualche piccolo dolce sfizio. Tra questi abbiamo:

Bugie al cacao e pinoli

bugie-cacao

Si tratta di un classica e gustosa ricetta di Carnevale, arricchita con la dolcezza del cioccolato e con le proprietà nutrizionali dei pinoli.

Per realizzarla avrete bisogno di:

  • 100 grammi di farina
  • 10 grammi di zucchero
  • 60 grammi di pane raffermo
  • 30 grammi di uvetta ammorbidita
  • 20 grammi di cacao zuccherato
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 200 grammi di latte
  • 30 grammi di pinoli
  • 10 grammi di zucchero
  • Olio e vino bianco q.b.

Per prepararle è necessario seguire questi passaggi:

  1. Bagnate il pane nel latte caldo, strizzatelo, mettetelo nel mixer e frullatelo. Quindi aggiungete il cacao e lo zucchero, mescolate e aggiungete anche i pinoli e l’uvetta. Ora lasciate riposare il composto.
  2. Intanto impastate rapidamente la farina con l’olio e lo zucchero, unendo la quantità di vino necessaria per ottenere una pasta liscia e omogenea.
  3. Stendete la pasta sottile con il matterello infarinato e ritagliate con un tagliapasta dentellato dei quadrati di circa 3 cm di lato. Farciteli con un cucchiaino di composto, ripiegateli a metà e sigillateli come dei ravioli.
  4. Scaldate abbondante olio in una padella profonda e friggete le bugie poche alla volta.

Berlingozzo

berlingozzoIl berlingozzo è un dolce tipico della Toscana, in particolare di Lamporecchio e di Pistoia. Preparato prevalentemente nel periodo carnevalesco, esso ha una grande rilevanza a livello tradizionale e folkloristico: in quelle zone il termine berlingare significa scherzare, divertirsi, esattamente quello che si fa durante la settimana di Carnevale!

Gli ingredienti necessari sono:

I passi per prepararlo sono i seguenti:

  1. Montate le uova, i tuorli e 150 grammi di zucchero finché non diventa una spuma
  2. Unite la scorza grattugiata e l’olio, mentre continuate a montare. In seguito setacciate la farina con il lievito, unitela al composto e continuate a montare
  3. Ungete con la margarina uno stampo da ciambella a cerniera, versateci dentro il composto e cuocete in forno a 180 gradi per 30 minuti.
  4. Mentre aspettate che il Berlingozzo cuocia, ricavate il succo dall’arancia e con lo zucchero rimasto cuocete finché non ottenete uno sciroppo.
  5. Sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e cospargetelo con lo sciroppo. Infine aggiungete la granella di zucchero colorato (le codette).

Le migliori ricette salate per Carnevale 2021

Se non siete amanti dei dolci non disperate, il Carnevale non è solo zucchero, cioccolato e marmellate, esistono numerose ricette salate che non hanno nulla da invidiare a quelle dolci.

Palline alle erbe miste

palline-erbe-misteQuesta è una ricetta molto facile, caratteristica della zona ligure. Si tratta di una specie di polpettina molto aromatica e spesso vengono servite come antipasto o assieme all’aperitivo.

Avrete bisogno di:

Per la preparazione seguite questi semplici passaggi:

  1. Pulite le erbe, sfogliatele, lavatele, asciugatele e tritatele finemente assieme ai cipollotti, privati della radice e delle foglie esterne. Sgusciate le uova e aggiungete il latte, mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  2. Ora mescolate la farina con un pizzico di sale, il lievito e il trito di erbette preparato in precedenza. Versate abbondante olio in una padella e scaldatelo a fiamma alta.
  3. Fate delle piccole palline con l’impasto e fatele friggere nell’olio bollente finche non risulteranno gonfie e belle dorate. Infine asciugatele con dalla carta assorbente e servitele accostandogli una salsa di pomodoro tiepida.

Focaccia di Carnevale salentina

Anche nota con il nome di Fucazza de carnuale salentina, si tratta di una torta salata che si prepara generalmente in periodi festivi ma è adatta a qualsiasi occasione.

Gli ingredienti per realizzarla sono:

  • 1 cipolla
  • 400 grammi di maiale lonza
  • 250 grammi di mozzarella
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • 500 grammi di pasta per pane
  • 60 grammi di pecorino
  • 2 pomodori piccadilly
  • Sale e pepe q.b.

I passaggi per prepararla sono molto semplici:

  1. Affettate la cipolla e soffriggetela a fuoco basso, salatela e aggiungete la lonza macinata. Una volta cotta fate asciugare e tenetela da parte. Nel mentre ungete una teglia rotonda dai bordi bassi.
  2. Dividete la pasta in due porzioni, una più grande dell’altra. Stendete il panetto più grande in una sfoglia non sottilissima, ungetela con l’olio e distendetela sulla teglia che avete preparato prima. A questo punto distribuiteci sopra la carne con la cipolla, aggiungete i pomodori privati della buccia, il pecorino e la mozzarella spezzettata.
  3. Stendete il panetto di pasta rimasto in una sfoglia che vada a coprire solo il ripieno. Sigillate i bordi delle due sfoglie, bucherellate la superficie della pasta e poi spennellatela d’olio. Cuocete nella parte bassa del forno a 220° per 15 minuti, abbassate a 180° e cuocete per altri 45 minuti.

Come abbiamo visto esistono ricette per tutti i gusti, sia per gli amanti del dolce sia per quelli del salato. Quest’anno perciò non ci sono dubbi, seguendo i nostri consigli e le nostre ricette riuscirai a stupire i tuoi familiari e i tuoi amici con una deliziosa ricetta per festeggiare Carnevale. Buon appetito!

Scopri anche altre curiosità di stagione: visita il nostro Blog e facci sapere nei commenti come cucini e mangi i nostri prodotti. Ad esempio:

Categorie
Curiostià

Radicchio Veneto: tipi, proprietà, ricette e come conservarlo

Radicchio Veneto: tipi, proprietà, ricette e come conservarlo

Nato come cibo povero, destinato a persone povere, il radicchio è un ortaggio che solo nella storia recente è stato rivalutato e considerato appieno. In effetti, l’etimologia del suo nome non lascia molta interpretazione: deriva infatti da radicula, un diminutivo di radice. Nonostante la storia non particolarmente nobile, questo ortaggio ha avuto un enorme successo recentemente, in alcune regioni piuttosto che in altre. In Veneto, soprattutto nell’area compresa tra Treviso, Castelfranco, Chioggia e Verona, le condizioni climatiche hanno permesso lo sviluppo quantitativo e qualitativo del radicchio. Ora come ora, in questa zona, esistono almeno 5 tipologie di radicchio che godono della certificazione IGP (Indicazione Geografica Protetta).

Tipi e varietà di radicchio veneto: quali sono

Come accennato, esistono numerose varietà di radicchio, coltivate prevalentemente nel nordest d’Italia. Ognuna di queste tipologie ha sapori, odori, colori e proprietà specifiche, che le rendono uniche rispetto a qualsiasi altra varietà o ortaggio. La città del radicchio per eccellenza è sicuramente Treviso, provincia veneta che ne vanta due tipologie, quello tardivo e quello precoce. Un’altra delle varietà più conosciute e acquistate dagli italiani è il Radicchio Rosso di Chioggia, croccante e dal sapore amarognolo. Rimanendo in Veneto è necessario citare il Radicchio Variegato di Castelfranco, nato nel 1700 dall’incrocio di una varietà di lattuga con il radicchio tardivo trevigiano.

Una delle tipologie più particolari, invece, è indubbiamente il Radicchio Rosa di Verona, caratterizzato da sfumature rosa che ne colorano le foglie, rendendolo unico all’interno della famiglia. Infine, passando al Friuli-Venezia-Giulia troviamo il Radicchio di Gorizia, chiamato anche “La rosa di Gorizia”, per la sua forma caratteristica.

Radicchio rosso di Treviso

Come anticipato, la varietà trevigiana si divide in due particolari tipologie, precoce e tardivo, che sviluppano caratteristiche differenti.

radicchio-lungo-precoce-veneto

Il primo ha cespo voluminoso e allungato, foglie più grosse e un sapore amaro più spiccato. Si raccoglie da settembre fino a fine novembre. Dal sapore leggermente amarognolo, è ottimo nei primi piatti, accompagnato dai formaggi. Per esempio, nella pasta con la scamorza dà quel qualcosa in più ad una ricetta essenzialmente molto semplice.

radicchio-tardivo-venetoIl secondo, conosciuto anche con l’appellativo “Re dei radicchi”, è la versione elegante e raffinata. Il modo migliore per assaporare il suo gusto amarognolo è sicuramente in insalata, altrimenti è ideale da abbinare alla frutta secca per sughi di condimento, come le nocciole o le noci, la cui consistenza oleosa ben si sposa con quella pungente del radicchio.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, ha un apporto calorico molto basso, i glucidi sono prevalentemente costituiti dal fruttosio, gli acidi grassi tendono a essere in gran parte insaturi e le proteine a basso valore biologico. Il radicchio di Treviso infine ha un’ottima concentrazione di vitamina C, e di retinolo equivalenti (RAE), in particolare di beta carotene. Notevoli gli apporti medi di potassio e magnesio.

Radicchio rosso di Chioggia

radicchio-rosso-tondo-chioggia

Si tratta della varietà più conosciuta e più acquistata, in quanto si trova durante tutto l’anno nel banco frigo dei supermercati. Ottimo da gustare in insalata, magari abbinato a formaggi dal sapore intenso, come il gorgonzola o il taleggio, che ne mitigano il sapore amaro.

Cotto, oltre ad essere un toccasana per la stitichezza, il radicchio di Chioggia si presta moltissimo alle ricette in forno – involtini, scaloppine e arrosti. Inoltre viene utilizzato anche nella preparazione di un’ampia varietà di salse – ad esempio la besciamella aromatizzata al radicchio di Chioggia.

A livello di proprietà nutrizionali, questa varietà di radicchio contiene quantità rilevanti sia di vitamina A, sia di vitamina C; pertanto viene inserito in ambedue gli ultimi gruppi fondamentali degli alimenti – VI e VII. Il radicchio di Chioggia contiene anche molta acqua, fibre alimentari, minerali (soprattutto potassio e magnesio).

Radicchio variegato di Castelfranco

radicchio-variegato-veneto-castelfrancoCome intuibile dal nome, questa varietà è originaria della zona di Castelfranco Veneto, ma oggi viene prodotto in un’area molto più vasta, che include Treviso, Padova e Venezia. Quando maturo, il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP presenta cespi a forma di “rosa”. Le foglie sono spesse e con bordo frastagliato, di color bianco-crema con piccole venature che vanno dal viola chiaro al rosso-violaceo e al rosso vivo. Il sapore va dal dolce al gradevolmente amarognolo, molto delicato.

Esattamente come le altre varietà, può essere consumato sia cotto che crudo, ma la sua particolarità è che viene utilizzato anche per realizzare gustosi dessert tipo lo “sformato di radicchio al domino”, con ricotta, crema pasticcera e cioccolato. Questa varietà presenta valori e proprietà nutrizionali molto simili a quelle precedentemente descritte, ciò che però lo distingue sono le alte concentrazioni di calcio e ferro.

Radicchio Rosa

radicchio-rosa-veronaQuesta particolare tipologia di radicchio è l’esemplare più raro e pregiato: la “Rosa del Veneto” è, a differenza del radicchio tradizionale, disponibile solo in un periodo molto limitato di tempo ovvero dalla metà/fine inverno all’inizio della primavera. Indubbiamente, può trovare applicazione nell’alta cucina, in quanto, grazie al colore unico ed alla forma che assomiglia al bocciolo di un fiore, è un interessante elemento di guarnizione ed abbellimento dei piatti.

Il radicchio rosa, nonostante si differenzi dalle altre tipologie per forma e colore, presenta caratteristiche nutrizionali molto simili a quelle degli altri radicchi.

Radicchio di Gorizia

radicchio-rosa-GoriziaL’ultima varietà che andiamo a descrivere è l’unica, tra quelle proposte, a provenire da una regione differente, il Friuli-Venezia-Giulia. Chiamato “Rosa di Gorizia” per la sua peculiare forma floreale, dà il meglio di sé quando viene utilizzata per esaltare e arricchire le ricette tipiche del Friuli-Venezia Giulia. Cotta e cruda, dentro la farcitura dei ravioli o come essenza di amari e grappe non fa differenza, anche grazie alla sua duttilità è possibile trovarla nei menu di alcuni dei ristoranti più rinomati a livello mondiale.

A livello di proprietà nutrizionali la Rosa di Gorizia è ricca di sali minerali (ferro e calcio), vitamine (B, C, K e P), e polifenoli antociani, ottimi per preservare il sistema cardiovascolare.

Come conservare il radicchio

Il radicchio può essere conservato principalmente in due modi: congelato e sott’olio. Per quanto riguarda la prima modalità, è sconsigliato congelarlo crudo, perché se ne perderebbe il sapore. La conservazione in freezer avviene perciò previa cottura. Se avete già in mente la futura preparazione, il procedimento è molto semplice: seguite la vostra ricetta, fino a circa 3/4 della cottura. A questo punto, una volta raffreddato, congelate.

radicchio-sottolio-conservareLa seconda modalità, quella sott’olio, viene utilizzata specialmente per la variante tardiva del radicchio trevigiano. Per farlo avrete bisogno di 1 litro di acqua, 1 litro di aceto di mele, 100 g di zucchero, 30 g di sale, aromi e olio extra-vergine di oliva q.b. Dopo aver messo tutti gli ingredienti in una pentola e aver fare sbollentare il radicchio per un paio di minuti, bisogna tagliare e asciugare le foglie, metterle in un barattolo di vetro e riempirlo di olio extra-vergine di oliva a filo.

Radicchio Veneto, come cucinarlo: idee e ricette

Il radicchio è un alimento molto versatile e può essere utilizzato per preparare un’infinità di ricette, dagli antipasti fino ai dolci. La ricetta che tutti conosciamo e che tutti abbiamo assaggiato almeno una volta è quella del Risotto al radicchio, che può essere accompagnato da pancetta, salsiccia o formaggi come il gorgonzola. Oggi, oltre a questa classica ricetta, ve ne vogliamo proporre una un po’ più particolare, ovvero le Crespelle speck, radicchio e fontina.

Risotto al radicchio rosso

risotto-radicchio-rosso

Si tratta di una ricetta vegetariana che ripropone tutto il gusto e il colore dell’autunno/inverno e che si può cominciare a gustare da subito con il radicchio rosso precoce. Un sapore intenso per un risotto adatto a qualsiasi tipo di occasione, dalla cena con gli amici al pranzo domenicale in famiglia. È una ricetta molto facile (40 minuti totali, tra preparazione e cottura) e necessita dei seguenti ingredienti (per 4 persone):

Crespelle speck, radicchio e fontina

crespelle-radicchio-fontinaSi tratta di semplici crepes salate, farcite di speck, radicchio (prevalentemente quello trevigiano) e fontina. Per fare una decina di queste deliziose crespelle avrete bisogno dei seguenti ingredienti.

Per le crepes:

Per il ripieno:

Per guarnire:

  • 40 grammi di burro
  • 100 grammi di fontina

Scopri anche altre curiosità di stagione: visita il nostro Blog e facci sapere nei commenti come cucini e mangi i nostri prodotti. Ad esempio:

Categorie
Ricette

Il Contadino in cucina: 3 ricette con i pomodori

Il pomodoro è oggi uno dei simboli della cucina italiana: pensa a quante ricette e prodotti tipici hanno i pomodori come ingrediente principale, in tante varietà e modalità (dai pomodori freschi a quelli secchi alla passata ecc). In realtà il suo successo nella nostra penisola è abbastanza recente, poiché nel mondo gastronomico viene usato solo a partire dal ‘700 e verrà pienamente apprezzato e diffuso nel corso dell’ ‘800.

Il pomodoro arriva in Europa a inizio ‘500, quando coloni e missionari spagnoli ne portano i semi dall’America centrale, dove Maya e Aztechi ne avevano sviluppato la coltivazione.

Il pomodoro è un concentrato di sostanze benefiche, soprattutto se consumato fresco: vitamine C e A, ma anche B1, B2, B6, E, H, K e PP, sali minerali. Il licopene (il carotenoide che ha un ruolo importante nella prevenzione dei tumori e che dà il nome scientifico alla pianta, Solanum lycopersicum), è presente in concentrazione maggiore nel classico pomodoro rosso. Ne troviamo tante varietà, dalle più diffuse a quelle meno conosciute… pensa che esistono addirittura pomodori neri!

Sul nostro sito trovi molte varietà: fai un bel mix e divertiti a cucinarle in queste tre ricette semplici e colorate, ideali per l’estate!

 

Galette con pomodorini, cipolla caramellata e caprino

Un piatto semplice ma molto sfizioso, che non passa inosservato. Noi vi proponiamo una galette a base di burro, per una crosta bella croccante!

Ingredienti (per 4 porzioni):

  • Per la sfoglia: 325 gr di farina, 200 gr di burro alta qualità, un pizzico di sale, acqua fredda (circa 10 cucchiai)
  • Per il ripieno: 300 gr di pomodori (meglio se di diverse varietà), 100 gr di formaggio caprino, timo, basilico per guarnire
  • Per la cipolla caramellata: una cipolla grande, olio extravergine, un pizzico di sale, un goccio di aceto balsamico, un cucchiaio di zucchero di canna
  • Per spennellare: latte, semi di sesamo


Inizia preparando la sfoglia: mescola il burro freddo tagliato a pezzettini con gli altri ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo, che riposerà in frigo per un’ora.

Intanto in una padella metti un po’ d’olio e la cipolla tagliata a strisce; quando inizia a dorarsi, aggiungi sale, aceto e zucchero, mescolando di tanto in tanto in modo che non si bruci. Cuoci per dieci minuti a fuoco basso fino a che la cipolla diventi caramellata. Preriscalda il forno a 200°, pulisci i pomodori e tagliali a fettine tonde, mescola in una ciotola caprino e timo. Stendi la pasta su un piano infarinato creando un disco di 30/35 cm; spalma il caprino sulla pasta lasciando liberi i bordi; copri con la cipolla e infine con i pomodori. Ripiega i bordi della galette sull’impasto, spennella il bordo con un po’ di latte e aggiungi se vuoi i semi di sesamo.

Cuoci per 40 minuti circa (fino alla doratura)… e poi dicci se non diventerà una delle ricette preferite dell’estate! 

  

Bicchierini tricolore con dadolata di pomodori e ricotte

Un antipasto fresco e colorato, piacevole da vedere e soprattutto da gustare.

Ingredienti (per 6 persone):

  • 400 gr di ricotta fresca
  • 3 pomodori maturi (tipo San Marzano)
  • 1 mazzetto di basilico
  • 60 gr di mandorle pelate
  • 3-4 pomodori secchi
  • Origano, pepe
  • Olio extravergine 
  • sale

Tuffa in acqua bollente i pomodori freschi, giusto il tempo di scottarli; scola, passali sotto acqua fredda e sbucciali eliminando i semi. Tagliali a cubetti, aggiungi un pizzico di sale e uniscili ai pomodori secchi, che avrai precedentemente tritato a pezzettini. Lasciali riposare in una ciotola con un po’ d’olio, origano e pepe.

Trita le mandorle tostate e uniscile a 200 gr di ricotta, aggiungendo un po’ di sale (o parmigiano). Frulla gli altri 200 gr di ricotta con un mazzo di basilico, sale e pepe.

A questo punto puoi comporre i bicchierini a tre strati: sul fondo ci sarà il rosso della dadolata, in mezzo il bianco della ricotta con mandorle e in alto il verde della ricotta con basilico.

Buon brindisi mangereccio ai tre colori!

 

Gazpacho

E ora una specialità tipica andalusa, interamente preparata a crudo e da gustare rigorosamente freddissima.

Ingredienti:

  • 800 gr di pomodori rossi maturi
  • 1 peperone
  • 1 cetriolo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50 gr di pane raffermo
  • 50 ml di olio extravergine
  • 30 ml di aceto
  • 250 ml di acqua ghiacciata
  • sale
  • pepe

Metti in ammollo il pane con l’aceto e un poco d’acqua. Lava e pulisci tutte le verdure; raccogli nel vaso del frullatore i pomodori tagliati a pezzi, il cetriolo sbucciato, il peperone privato di semi e filamenti, la cipolla a fette e l’aglio sbucciato. Frulla tutto fino a ottenere una crema omogenea.

Aggiungi il pane e frullalo unendo l’olio a filo, finché la crema diventi morbida. Continua a frullare aggiustando la consistenza con acqua ghiacciata: puoi renderlo più o meno fluido a seconda dei gusti. Aggiusta di sale e pepe, poi lascia riposare il gazpacho in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirlo: ad ognuno una ciotola guarnita con cubetti di verdura, un filo d’olio e una spolverata di pepe.

 

Qui hai pomodori in tutte le salse: fai la scorta sul nostro sito e rinfresca la tua tavola con queste ricette!

Leggi anche

ANGURIA: VALORI NUTRIZIONALI, PROPRIETÀ, DIETA E RICETTE

Insalata di riso, salmone e zucchine: ricetta deliziosa con zucchine